Harira

Le ricette di Sezak

L'harira (حريرة) è una zuppa tradizionale della cucina berbera, in particolare marocchina. Viene generalmente preparato durante il periodo del Ramadan e in occasione di celebrazioni come, ad esempio, i matrimoni. Si tratta di un piatto a base di carne, pomodori e verdure.
Harira

Ingredienti:

100g di ceci secchi tenuti a mollo durante la notte e scolati, 100g di lenticchie, 450g di agnello pronto tagliato a cubetti, 1 cipolla grande tritata finemente, 1 cucchiaino di curcuma, ½ cucchiaino di cannella in polvere, ½ cucchiaino ciascuno di zenzero, zafferano e paprika, 50 g di burro, Riso a grani lunghi 100g, 2 cucchiai di coriandolo fresco tritato, 4 cucchiai di prezzemolo tritato fresco, 4 grossi pomodori maturi, pelati, senza semi e tritati, quarti di limone, da servire

Caratteristiche:

Persone 8 Persone
Tempo di preparazione 165 minuti
Tipo di portata Antipasto
Difficoltà

Preparazione:

  1. Versare i ceci e le lenticchie in una pentola o casseruola. Aggiungere agnello, cipolla, curcuma, cannella, zenzero, fili di zafferano e paprika, poi versare 2 litri d'acqua.
  2. Portare ad ebollizione, scremando tutta la schiuma dalla superficie appena l'acqua comincia a bollire, poi aggiungere metà del burro. Abbassare la fiamma e lasciare cuocere la zuppa, coperta, per 2 ore fino a quando i ceci sono teneri, aggiungendo un po 'd'acqua di tanto in tanto, se necessario.
  3. Verso fine cottura, preparare il riso. Portare 2 litri d'acqua a ebollizione in una casseruola, versare il riso, il resto del burro e il sale a piacere. Cuocere fino a quando il riso sarà molto tenero. Scolare, conservando 3 cucchiai del liquido.
  4. Per finire, mettere il liquidoconservato del riso in una piccola casseruola. Aggiungere coriandolo, prezzemolo (tenerne un po' per guarnire) e pomodori, poi fare sbollire per 15 minuti, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere alla zuppa il riso e poi assaggiare. Fare bollire per 5-10 minuti per addensare leggermente. Servire caldo, con un quarto di limone per ogni porzione, che gli ospiti possono spremere a piacere.

Ricetta da Good Food magazine, marzo 2003