Pastirma

WikiSezak

Pastirma

La pastirma è un salume di manzo essicatto molto speziato di origine anatolica, diffuso in tutti i paesi di origine ottomana.

La parola deriva dal turco bastırma et ovvero "carne pressata", pastırma in turco moderno. Il termine è stato preso in prestito anche da altre lingue della regione: pastërma in albanese, basterma in arabo, basdırma in azero, pastrma in ex Iugoslavia, pastărma in bulgaro, pastourmás in greco, pastrama in ebraico, pastrmajlija in macedone e pastrama in romeno. Anche la parola pastrami, pur se utilizzata per un tipologia diverso di carne deriva da pastirma.

l'essiccazione al vento della carne è stata praticata in Anatolia sin dai tempi dei bizantini. Esistono diverse versioni sull'origine della pastirma, ma nessuna ben documentata.

La Pastirma si prepara mediante la salatura della carne, lavata in seguito con acqua e lasciata ad asciugare per 10-15 giorni. Il sangue ed il sale vengono poi eliminati dalla carne che viene, successivamente, ricoperta con una pasta di cumino chiamata cemen. In seguito il prodotto viene essiccato all'aria. 
Anche se il manzo è la carne più comunemente usata, altri tipi di carne vengono utilizzati in base alla località. Si può trovare la pastirma a base di crane di cammello (soprattutto in Siria), agnello, capra o bufalo.
In Turchia, dove la pastirma viene consumata a colazione con uova, esistono più di 22 tipi di pastırma. 
Anche in Egitto la pastirma viene utilizzata per la prima colazione con le uova fritte ed addirittura per la pizza!
  • Pastirma e cemen
    Pastirma e cemen
  • Pastirma in essiccazione
    Pastirma in essiccazione
  • Piatto a base di Pastirma
    Piatto a base di Pastirma
  • Tipica colazione: pastirma e uova
    Tipica colazione: pastirma e uova